Il 27 Gennaio è la Giornata della Memoria

int

Il primo Novembre 2015 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale della Memoria, fissandola al 27 gennaio.

Nello stesso giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento nazista di Auschwitz, nei pressi della città polacca di Oswiecim (Auschwitz in tedesco).

Il 27 gennaio in Italia si ricordano le vittime dell’Olocausto e delle leggi fascistissime, le leggi razziali a seguito delle quali sono stati deportati i politici italiani e chi, mettendo a repentaglio la propria vita, si è adoperato a favore dei perseguitati ebrei.

Diverse sono le iniziative organizzate a Roma, da presentazione di libri a proiezioni a per celebrare la giornata, dal 16 gennaio al 28 febbraio.

Qui ne segnaliamo solo alcuni, elenco completo sul sito istituzionale di Roma Capitale 060608  in Giorno della Memoria, nella categoria Eventi e Spettacoli.

Partiamo, quindi, dalle iniziative promosse dalla Biblioteche del circuito comunale, sparse un po’ su tutta Roma, all’interno delle quali le iniziative termineranno il 28 febbraio .

Anche la storica Corsa di Miguel quest’anno seguirà un percorso speciale, tanto che, il 22 gennaio, si trasformerà nella Run for Mem, per la prima volta in Europa, una corsa attraverso i luoghi della memoria per ricordare nel futuro.

Come sempre saranno due le corse, quella di km 10 per gli atleti e la stracittadina, per tutti, di km 3,5.

Per entrambe la partenza sarà da Piazza 16 Ottobre 1943 al Portico d’ Ottavia. Il nome della piazza ricorda l’ingresso dei nazisti al Portico per dare il via ai rastrellamenti degli abitanti ebrei. Prima tappa del percorso sarà Piazza Santa Maria Liberatrice, Giardini Di Consiglio, a Testaccio.


Telecamera IP WiFi ad Infrarossi per Videosorveglianza anche visione notturna

L’area verde è stata inaugurata nel 2004, in ricordo della famiglia Di Consiglio tra i trucidati delle Fosse Ardeatine, si salvò solo il quattordicenne Ennio gettandosi dal camion.

Si prosegue per il Rione Monti, facendo tappa a via Urbana, per ricordare Don Pietro Pappagallo, vice parroco della Basilica di San Giovanni in Laterano, famoso per il suo impegno a favore di partigiani, soldati, ebrei, alleati, perseguitati in genere dal regime.

Il 29 gennaio del 1944 venne arrestato dalle SS e anche lui giustiziato il 24 marzo alle Fosse Ardeatine.

La successiva fermata sarà in Piazza degli Zingari, dove si sosterà sotto la lapide commemorativa posta nel 2001 dal Comune di Roma per ricordare la persecuzione cui sono stati sottoposto i Rom e i Sinti.

Ultima fermata, via Tasso, Museo della Liberazione, il primo nucleo venne inaugurato il 4 giugno 1955 dal Presidente della Repubblica Gronchi,

L’edificio è stato prigione per oltre 2000 antifascisti, in gran parte poi fucilati alle Fosse Ardeatine. Fu sede della Polizia di sicurezza nazista con a capo Kappler.
Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

La stracittadina fermerà a Via della Lungara, Regina Coeli. Il 4 gennaio del 1944 furono quasi 300 i romani che lasciato il carcere per raggiungere il campo di Mauthausen.

Passerà, quindi, per Largo 16 ottobre 1943, dove una lapide ricorda il dramma della famiglia Calò, che trovò la morte ad Auschwitz. Il Sig. Calò si è salvato perché era uscito a prendere le sigarette.

Terza ed ultima sosta a Piazza San Bartolomeo all’Isola Tiberina. Qui trovarono rifugio e salvezza ebrei e romani. Sempre sull’Isola ha operato un medico, il Dottor Borromeo, mettendo costantemente a rischio la propria vita.

Entrambe le corse hanno inizio e fine al Portico D’Ottavia.

Maggiori informazioni sono reperibili a questo link.

download

Concludiamo con la segnalazione della Settimana della Memoria, dal 23 gennaio al 01 febbraio, presso Casa della Memoria e della Storia, a via di San Francesco di Sales, 5 a Trastevere.

Qui sarà possibile assistere gratuitamente a seminari, proiezioni film, iniziative per le scuole.

Il 23 gennaio alle 17 sarà presentato il libro I segreti del Quarto Reich, di Guido Caldiron edito da Newton Compton, mentre mercoledì primo febbraio, alle ore 17.45 verrà inaugurata la mostra Shoah la percezione e lo sguardo contemporaneo nella fotografia e nella grafica d’arte, a cura di Bianca Cimiotta Lami, Toni Gorbasso e Giorgia Pilozzi.

Il racconto della Shoah attraverso fotografie e opere grafiche.

Un calendario ricco di eventi e iniziative per conoscere, ricordare e non dimenticare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...